Panoramica Terracinese di  Dario D'Elia 

Panoramica terracinese www.terracinese.com di Dario D'Elia

 

  SCRITTURA - 01
 

 

 

   AMORE, INFORMAZIONE, CONVINZIONE, INDETERMINATEZZA E UMILTÀ
   Martedì 9 giugno 2020 - 4 minuti

AMORE, CONVINZIONE, INFORMAZIONE, INDETERMINATEZZA E UMILTÀ, 5 elementi essenziali e cruciali per l'umanità, per comprendere il nostro agire. Lo scrivo per me stesso, me lo di-segno, è il mio "sogno" per vivere, il mio pentacolo.
 
  L'AMORE è il primo ingrediente utile ed intelligente, la CONVINZIONE è la prima causa della storia umana, sta a monte di ogni azione, singola e collettiva, l'INFORMAZIONE determina la CONVINZIONE, l'INDETERMINATEZZA è il mistero della Creazione, l'UMILTÀ è l'atteggiamento d'Amore che chiude il cerchio della vita.
 
  Avviso il lettore che il tono apparentemente sicuro della mia scrittura è un espediente utile per una scrittura concisa in sintesi, aiuta a non elevarmi troppo nella CONVINZIONE dove nessuno sfugge al suo relativo e momentaneo convincimento, essendo io stesso frutto della Creazione indeterminata e misteriosa e sempre in mutevole movimento si trasforma, certamente non si crea. La debolezza mi da l'UMILTÀ di non sedermi mai sugli allori, basta poco per deperire velocemente e perdere tutto all'istante o lentamente, anche la più alta e nobile CONVINZIONE!
 
  Tutto ha a che fare con il nostro funzionamento, siamo collegati internamente, e non solo! Tutta la natura è collegata, nonché a noi misteriosa, non siamo in grado di capire alla perfezione il tutto che ci ha generato, e questo ci salva!
  Lodato sia quel Creatore che non ci è dato conoscere con certezza assoluta, l'UMILTÀ ci salva!
  Se un uomo un giorno dovesse capire tutto, cosa succederebbe, certamente non può essere un Dio, l'Entità creatrice ha pensato bene una perfezione indeterminata, è la condizione essenziale alla vitalità, alla trasformazione continua negli equilibri delle leggi universali, è il Meraviglioso Gioco che Egli stesso ha posto! Non è un caso che giocando si cresce, come tutte le creature.
 
  L' INDETERMINATEZZA è quel Mistero inviolabile, quella condizione primaria, essenziale alla Vita. Tutto discende da questo mistero tale che tutto ne è costituito: in parole povere anche un granello di polvere ha il mistero in se, è la Meraviglia del Creato! L' UMILTÀ intelligente, non astuta, disinteressata e priva di conflitti di interesse ci può aiutare.
  Quasi tutto dipende dalla CONVINZIONE, non muoviamo un dito se non siamo convinti.
  Senza saperlo la usiamo nel bene e nel male, tutti cerchiamo di convincere qualcuno a nostro favore o a sfavore di tutto e tutti.
  Prenderne coscienza aiuta e matura la persona, facilita la comprensione e la manipolazione della realtà, guai ad usarla malamente (quando avviene c'è sempre una convinzione fallace!), è essenziale l'AMORE, ed aiuta a capire con benevolenza tutti: nessuno è colpevole fino in fondo delle proprie azioni, perché indagando bene ogni individuo agisce per temporanea convinzione, possiamo capire la nostra relativa dimensione, "piccolezza", è inutile non ce la facciamo, non siamo, e non lo saremo mai all'altezza di Dio!
  Esempio banale: l'assassino più atroce ha assunto una serie di convinzioni errate che gli hanno fatto muovere il corpo per commettere l'efferato delitto, non lo avrebbe mai commesso senza quella CONVINZIONE finale che lo ha infuriato, non avrebbe mai preso il coltello per uccidere il malcapitato, viene da se l'importanza della INFORMAZIONE!
 
  Qui si chiude il cerchio di questo minimo, essenziale, asciutto giro circolare di ragionamento! Il cerchio, è anche la forma primaria della forza di gravità, mi piace pensare ad una sorta di pentacolo del pensiero.
  Dario D'Elia
 
  - - -
  PENTACOLO
 
  PENTACOLO
  Da Wikipedia:
  Il pentacolo è una rappresentazione del microcosmo e del macrocosmo: combina cioè in un unico segno tutta la creazione, ovvero l'insieme di processi su cui si basa il cosmo. Le cinque punte del pentagramma interno simboleggiano i cinque elementi metafisici dell'acqua, dell'aria, del fuoco, della terra e dello spirito. Questi cinque elementi sintetizzerebbero i gruppi in cui si organizzano tutte le forze elementari, spiritiche e divine dell'universo.
  Il rapporto tra i vari elementi rappresentati all'interno del pentacolo è ritenuto una riproduzione in miniatura dei processi su cui si basa il cosmo. Questo processo inizia dall'elemento dello spirito, il quale si manifesta dando origine a tutto ciò che esiste. La creazione si verifica partendo dalla divinitÀ e scendendo verso la punta in basso a destra, simboleggiante l'acqua, ovvero la fonte primaria e sostentatrice della vita sulla Terra. Dall'acqua ebbero origine le primissime forme elementari di vita, le quali poi evolsero con il passare dei millenni staccandosi dall'elemento primordiale. Dall'acqua il processo creativo risale verso l'aria, la quale rappresenta le forme di vita sufficientemente evolute da potersi organizzare da sole, prendendo coscienza del proprio sé.
  Questi esseri, dalla loro innocenza originaria, si evolvono e si organizzano moralmente e tecnologicamente, procedendo lungo la linea orizzontale verso la terra a destra. La terra simboleggia il massimo grado di evoluzione che un'epoca può supportare, quando questo diviene troppo ingente avvengono delle ricadute, sotto vari punti di vista, ma innanzitutto sotto il profilo spirituale. L'essere si allontana dallo spirito, degradando verso il basso, il fuoco, simboleggiante l'apice della degenerazione. In seguito alla depressione avviene però sempre una ripresa, un ritorno alle origini, in questo caso allo spirito, l'essere umano riscopre la spiritualità
  Dario D'Elia