Panoramica terracinese
 www.terracinese.com
 di Dario D'EliaPanoramica terracinese, video, fotoriprese panoramiche, letteratura, di  Dario D'Elia 
 PANORAMICHE 
 NATURA 
 V I D E O 
 POESIA 
 SFONDI DESKTOP 
 LINK 
 
PANORAMICHE 1  » 
I testi delle didascalie sono di Rosario Malizia e Agata Mignardi e sono stati tratti dal volume: “Verso la Porta del Sole” edito dall'Associazione Arcobaleno ONLUS di Terracina

CASTELLO FRANGIPANE

   E’ detto anche Rocca Traversa dalla particolare forma trapezoidale del maschio, l’unica parte dell’edificio che è rimasta, insieme all’ala sud, dopo i massicci bombardamenti aerei del 1943-44. La singolare sagoma della torre, da secoli svettante nel cielo, contraddistingue da lontano il Centro Storico cittadino e riporta alla mente del visitatore le lunghe guerre che contrapposero, fra il XII e il XIII secolo, la potente famiglia romana dei Frangipane ai Terracinesi, in lotta per la libertà della propria città.

CASA-TORRE DEGLI ACSO

   La massiccia casa-torre, risalente probabilmente al XII secolo, è chiamata così da un’iscrizione medievale che cita Gregorius de Acso, che divenne proprietario dell’edificio nel 1283. Essa si affaccia su Via SS. Quattro ed è a pianta triangolare perché posta su un trivio.

LATO NORD DELLA CATTEDRALE CON IL CAPITOLIUM

   Costruita nei primi secoli del Medio Evo sui resti del Tempio Maggiore del Foro Emiliano, la Cattedrale di Terracina fu riconsacrata nel 1074 e dedicata a S. Cesareo, patrono della città. Le forme attuali, caratterizzate da elementi romanici e gotici, presentano anche strutture appartenenti al ‘700. Di notevole bellezza è il mosaico esterno a colori, rappresentante figure allegoriche e animali fantastici; all’interno, il pavimento della navata centrale, la colonna tortile per il cero pasquale e il pulpito rappresentano gli elementi che colpiscono maggiormente il visitatore: essi sono infatti realizzati in opera cosmatesca, una particolare decorazione del XIII sec. costituita da disegni geometrici formati da frammenti di marmi colorati e tessere dorate.
Sul lato nord della Cattedrale si affacciano i resti di un tempio a tre celle, caratterizzato dalla muratura in reticolato bicolore del I sec. a.C.; forse è il Capitolium, dedicato alla triade capitolina Giove, Giunone e Minerva.

PANORAMICHE 1  » 

 

 

Valid XHTML 1.0 Transitional